Le misure adottate dall’ I.F.O.C. srl per fronteggiare l’emergenza da COVID-19


Gestione degli accessi

Presso l’ ingresso  è stato predisposto un check point dove un operatore, opportunamente dotato di dispositivi di protezione, si occupa di:

  • gestire un accesso ordinato alla struttura;

  • misurare la temperatura di chi entra;

  • verificare che tutti siano dotati di mascherina idonea e di consegnarla a chi ne è sprovvisto oppure a chi si presenta con mascherina dotata di valvola;

  • registrare gli accessi di tutti i pazienti e visitatori

  • far sottoscrivere un’autocertificazione in merito al proprio stato di salute e agli eventuali contatti con persone positive o sospette;

  • evitare l’ingresso di accompagnatori e di persone non autorizzate.

 

In caso di persona sintomatica, questa viene invitata ad effettuare i percorsi definiti dalle autorità sanitarie.

 

Dispositivi di protezione

Tutte le persone all’interno della struttura sono invitate a mantenere adeguata distanza le une dalle altre e i percorsi di accesso, attesa, accettazione e pagamento sono stati modificati in modo tale da permettere il medesimo distanziamento.

Tutte le persone sono comunque obbligate ad indossare idonea mascherina in maniera corretta.

Il personale sanitario, che per la propria attività può avere contatti più ravvicinati con i pazienti e con i colleghi, si protegge indossando mascherine FFP2 e visiera paraschizzi .

L’Istituto Fisioterapico Ortopedico Campano srl  sensibilizza le persone verso un adeguato e frequente lavaggio delle mani. Per ogni evenienza, all’ingresso, nelle aree comuni e negli ambulatori, sono presenti  numerose postazioni di dispenser di gel alcolico al 70%.

L’attenzione del personale della struttura verso il distanziamento e l’utilizzo dei dispositivi di protezione, è a sua volta un’efficace modalità di protezione nei confronti dei nostri pazienti.

 

Gestione interna alla struttura

Sono state intensificate (4 volte al giorno) le operazioni di pulizia e disinfezione negli spazi comuni: bagni, attese, banconi di accettazione e cassa. Le postazioni dei trattamenti fisioterapici vengono sanificati ad ogni cambio paziente.

Nella sala di attesa è stata predisposta una chiara infografica informativa in merito ai comportamenti da tenere da parte degli operatori, dei pazienti e dei visitatori.

Il personale è sensibilizzato a muoversi il meno possibile all’interno della struttura. È stata eliminata la promiscuità e la mobilità del personale tra i vari reparti.

Nella Fisioterapia sia i professionisti sanitari che i pazienti e più in generale, tutte le persone che frequentano il centro devono essere considerati potenziali infettanti o potenziali infettabili.

Pertanto tutte le misure di prevenzione sono volte a ridurre il rischio di trasmissione:

  • dal fisioterapista al paziente;

  • dal paziente al fisioterapista;

  • tra un paziente e l’altro;

attraverso:

  • la riduzione della dispersione di droplets nell’aria (mascherine chirurgiche. igiene respiratoria);

  • la riduzione del contatto con occhi/naso/bocca di droplets emessi dall’interlocutore (distanziamento , filtranti facciali , occhiali/visiera);

  • la riduzione della persistenza di droplets su superfici e oggetti (sanificazione);

  • la riduzione della persistenza di droplets sulle mani (igiene delle mani) per evitare di portarli a contatto con occhi/naso/bocca.

  • l'arieggiamento periodico dei locali
     

Al fine di ridurre la diffusione di eventuali agenti infettivi è consigliato seguire alcune specifiche raccomandazioni all’interno del setting della palestra, quali:
 

Triage fisioterapico (telefonico e in presenza)

Abbiamo predisposto  un contatto telefonico, nei giorni precedenti l'accesso in struttura, al fine di informare il paziente sulle modalità d’ingresso alla palestra, verificando nel contempo che non siano presenti sintomi d’allarme. In tal caso rinviamo e/o sospendiamo i trattamenti, consigliando al paziente di contattare il proprio medico di fiducia.
 

Lavaggio delle mani

Il lavaggio delle mani è  raccomandato appena il paziente entra all’interno della palestra, ripetendo la stessa operazione prima dell’uscita. Il lavaggio potrà avvenire o mediante acqua e sapone oppure mediante frizionamento delle mani con soluzione idroalcolica igienizzante

Misure di distanziamento sociale

In sala d’ attesa e nei luoghi comuni è disposta l’ osservazione del distanziamento sociale di almeno 1 metro, allontanando preventivamente le sedie in modo da rispettare tale spazio.


Agenda degli appuntamenti

Prevediamo tra un paziente e l’altro un’adeguata tempistica operativa, utile per attuare le misure di pulizia e disinfezione della palestra. Per non avere  la compresenza di più pazienti in sala d’attesa fissiamo gli appuntamenti giornalieri osservando alcuni minuti di intervallo tra un appuntamento e l’altro. In caso di più professionisti che operino all’interno della palestra organizziamo in comune le agende degli appuntamenti, al fine di ridurre il più possibile l’ attività in compresenza.


Accompagnatori

Limitiamo la presenza di accompagnatori/visitatori. In casi specifici è consentita la presenza, preventivamente autorizzata telefonicamente, di un solo accompagnatore. L’eventuale accompagnatore dovrà seguire tutte le disposizioni così come indicate per il paziente.

CORONAVIRUS_ANTICONTAGIO-01.png